Gli Achei di Villa Maria Cristina

25,00 20,00

Formato 17×24 di pagine XXII-248

Sfoglia il libro

Disponibile

ISBN: 9788879476751 Categoria: Tag:

INTRODUZIONE
Provare a tirare il freno a mano su un attimo fuggente o su un vissuto che va ad alta velocità, può cambiare la tua esistenza più di un’intera vita vissuta nel silenzio degli affetti. Un urlo, nella valle solitaria della riflessione, fa eco alla solitudine e alla sofferenza cercando di darle un nome, perché conoscere il motivo della propria sofferenza, le dà senso e significato, rendendola più accettabile.
Uniamo le nostre menti, uniamo i nostri cuori, uniamo le nostre forze alla ricerca di noi stessi e di un rapporto legato dal filo della verità e della speranza. Cerchiamo la nostra identità, dietro le tante maschere che siamo costretti ad indossare per sopravvivere in questo teatro dell’assurdo dove, come Diogene, riproviamo ogni giorno a incontrare l’uomo sommerso, annichilito e soffocato dalle catene delle sue paure.
Fantasmi famelici, latori di una natura ibrida, umana e cibernetica, hanno divorato la nostra identità, la stessa che noi continuiamo, ossessivamente, a ricercare ed a rincorrere.
Speranze forti volano al di là del fisico alla ricerca di un metafisico che dia senso al nostro credo con un riferimento di fede ma, i terremoti dei nostri riferimenti, generano le macerie del vuoto che assaporiamo intorno a noi e dentro di noi, facendoci perdere nel sapore del nulla ed in qualcosa che non ha nome ma che, con forte presunzione, definiamo antimateria.
Un gruppo di amici si è ritrovato per dodici mensilità nell’ospitale Villa Maria Cristina, interrogandosi sul valore delle cose utili, ma anche su quelle inutili, nel rispetto dell’amicizia, della stima e di quelle antiche virtù come vecchi templari o cavalieri della tavola rotonda.
Si è provato a ridare vita, non alle crociate, ma al valore della cultura, eterna Dea di speranza ed energia, che libera la coscienza dai vincoli e dai bisogni materiali, per avvicinarla ad un apparente cammino verso l’isola che non c’è… e forse anche verso Dio.
Siamo ancora in cammino e, pur se non arrivati alla meta, abbiamo concluso un percorso.
Dodici step, apparentemente caotici, attraverso il diaframma di una stretta consapevolezza che, partendo dal sogno e dall’inconscio biologico, sono arrivati al mistero dello Spirito Santo contemplato nelle tre virtù teologali: Fede, Speranza e Carità.
Personalità diverse, per formazione e cultura, si sono sfidate in un torneo nel rispetto delle regole della condivisione, non rinunciando però a scendere dal cavallo per confrontarsi anche in un corpo a corpo.
Durante il viaggio, anche senza timone e bussola, ci siamo interrogati facendo delle soste nel nostro pellegrinaggio, alla scoperta della coscienza e dell’autoconsapevolezza. L’evoluzione non ha seguito un cammino solo deterministico e noi abbiamo cercato di negare il valore del gene egoista, alla ricerca dell’umanità, della pietà e della misericordia.
Si può sopravvivere, si può vivere ma è necessario con-vivere in un atto di condivisione fraterna che ci porta a vedere nell’altro, una parte di noi stessi…
A morte il gene egoista! … e aggrappati al bisogno creazionista di un Dio che vive in una dimensione metafisica, usciremo e riusciremo a ritrovarci anche in un momento storico di grossa crisi e difficoltà. L’amicizia va al di là del legame di sangue e si costruisce attraverso piccoli atti di fede che confluiscono nella carità e nella pietà.


INDICE
Introduzione
Prologo

Modalità default o sogno ad occhi aperti
Inconscio biologico è un inconscio sempre più organico e meno pulsionale o freudiano. Possono la motivazione e la passione cercare possibili soluzioni anche nel sogno ad occhi chiusi?
Le attività creative: musica, scrittura, cinema e tutti i prodotti innovativi, siano essi high-tech o meno, hanno bisogno di una cultura di libertà e di amore per fiorire
Débat

L’agire morale (o immorale) tra ragione e passione
Morale ed etica abitano nel cervello?
Moralità e creatività – Inizio e fine delle regole. Ovvero: Moralità e libertà – Origine, confini e senso delle regole
Débat

Le regole dell’amore o l’amore senza regole
L’amore nella cultura greca, in quella romana e nei nostri tempi
L’amore e l’alternanza delle stagioni
Débat

La forma è l’immagine plastica della funzione, la funzione è l’immagine traslata della forma
Quando il pensiero tradotto in brain imaging diventa materia
Res cogitans/res extensa e l’errore di Cartesio
Débat

Spiriti animali ed evoluzione
Pietas ed humanitas: affettività dimenticate o cancellate dalle leggi dell’evoluzione
Spiriti animali e competizione… alla ricerca delle tracce dell’evoluzione
Riflessioni notturne sul nostro registro e morale
Débat

Coccole virtuali e coccole reali
Lo schermo è un buco nero che ingoia: SOS volti rassicuranti
Marketing e morale
Débat

Il nemico senza volto, perdersi per ritrovarsi
Il culto dell’Individualismo e l’amore per la massa
Quando la dissociazione ti salva la vita
“Quando la dissociazione ti salva la vita”
Débat

Vivere per morire o morire per vivere…
Il dolore della felicità
Oltre il confine
Débat
Gli Achei di Villa Maria Cristina XVII

La vita è teatro e il teatro è vita
Tra realtà e finzione…I mille volti della maschera
Débat
10°
Io sto con gli evasori
Dalla superficie in profondità un cammino per perdere se stessi o ritrovarsi
In vino veritas e la sindrome di Pinocchio. La verità, le verità e l’illusione della verità
La felicità. Un florilegio
Il valore assoluto della verità
Breve storia della verità attraverso i secoli
Débat
11°
Dall’estetica all’etica: da zero all’infinito
Credenze disfunzionali e sessualità
Sessualità e chirurgia
Dèbat
12°
Fede, Speranza e Carità
Dèbat
Atto di fede o Atto d’amore
Vivere in fede e vivere senza fede
Riflessioni sulla vita attraverso l’opera “Questa vita”
Conclusioni

Autore/i

Editore

Lingua

Anno


Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione https://farmacia-senzaricetta.it/ può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.