Gli angiomi cavernosi

10,00

Formato 17×24 di pagine XII-124 con 71 figg. e 8 tabb.

 

Disponibile

L’ attuale monografia, ottava della collana, propone una rivisitazione in epoca RM di una malformazione vascolare, quale l’ angioma cavernoso. Tale patologia, descritta per la prima volta da Virchow nel 1863, è stata diagnosticata per più di un secolo esclusivamente nel corso di dissezioni autoptiche. L’ avvento della RM, con l’ applicazione delle più recenti sequenze, ha completamente cambiato l’ approccio a tale patologia, sia da un punto di vista diagnostico che terapeutico.

Autori

Editore

Anno

Lingua


Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione https://farmacia-senzaricetta.it/ può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.