Visualizza carrello “IGIENE Medicina Preventiva e del Territorio – III EDIZIONE” è stato aggiunto al tuo carrello.

Maestri della prevenzione negli ambienti di lavoro.

16,00 12,00

Formato 17×24 di 134 pagine con immagini e tabelle a colori

Disponibile

ISBN: 9788886980869 Categoria: Tag: ,

Da diversi anni, ormai, mi occupo di formazione degli adulti e di ricerca a livello universitario. In particolare, da una decina d’anni, sono il coordinatore operativo dei corsi Master in Safety Management dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, progettati e realizzati – anche nella modalità di frequenza a distanza (FAD), già dalla prima edizione – dal Dipartimento di Economia Marco Biagi, che dal luglio 2012 integra le attività formative e di ricerca della precedente Facoltà di Economia. Il principale obiettivo dell’attività di ricerca collegata a tale ambito formativo può essere qualificato, per quanto mi riguarda e in estrema sintesi, attraverso le parole di un illustre giornalista e scrittore modenese, come parte del tentativo di tematizzare “le remore della sinistra, ancorata convenzionalmente al problema della sicurezza del lavoro, e incapace di sviluppare questo argomento nelle condizioni mutate” (E. Berselli, 2010, 48). In questi percorsi di studio e di approfondimento scientifico vengono formati i maestri della prevenzione negli ambienti di lavoro, che danno il titolo a questo libro e che ne costituiscono i principali protagonisti. Oltre a loro vi sono ovviamente – per dirlo alla maniera accademica – i maestri dei maestri, e cioè i professori universitari, i liberi professionisti, i funzionari pubblici e i docenti a contratto che hanno collaborato alla realizzazione, ad oggi, delle complessive 16 edizioni dei due livelli di Master universitari di cui si tratterà diffusamente. Altri soggetti compariranno nelle pagine che seguono nella veste di attori comprimari per la progettazione e realizzazione di queste offerte formative: le tante imprese private e gli enti pubblici che hanno ospitato i tirocini formativi curriculari, le persone degli staff amministrativi, tecnici e di supporto organizzativo dell’Ateneo e del Dipartimento, e, ultime ma non meno importanti, le altre università italiane che presentano iniziative analoghe. Con queste università ci si è sempre direttamente o indirettamente confrontati per migliorare, edizione dopo edizione, la formazione dei nostri futuri Safety Manager, ed è proprio dalla fase di studio e progettazione dei corsi Master realizzati e dal benchmarking svolto con altre iniziative analoghe, che comincia il nostro racconto. Le tante persone a cui penso quando ripercorro con la mente gli anni trascorsi all’interno di questo processo formativo, sono circoscrivibili in tre insiemi: i formatori e dirigenti accademici; i referenti delle imprese, degli enti pubblici e del terzo settore, a livello sia locale che nazionale; gli studenti e le loro famiglie. Tra i Maestri della prevenzione negli ambienti di lavoro primi, a capo di una lunga lista, c’è – e non perché non potrebbe essere altrimenti – l’amico e collega Luigi Enrico Golzio, professore ordinario di Organizzazione aziendale e direttore dei Master, pressoché ininterrottamente, fin dalla prima edizione. Tra i tanti partners strategici al primo posto ci sono sia i responsabili degli enti pubblici, che hanno sostenuto anche finanziariamente i corsi, sia i dirigenti delle imprese profit e non profit che hanno individuato in questo percorso formativo e di ricerca un’opportunità per valorizzare i loro collaboratori, sostenendoli e in molti casi promuovendoli a nuovi ruoli e responsabilità. Aprono l’elenco dell’ultimo gruppo le studentesse e gli studenti che, nello svolgersi di questa esperienza formativa e di vita, sono diventati genitori prima ancora che massimi esperti di prevenzione dei rischi, e ovviamente i loro pargoli. La passione professionale, di studio e di ricerca che ho dedicato, in più di vent’anni di attività, all’Intelligence della prevenzione è affidata ora, nel mezzo del cammino lavorativo, a questi appunti per una storia dei Master universitari in Safety Management. Mi auguro che la loro lettura possa essere un momento di benessere.

Autore/i

Editore

Anno

Lingua


Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione https://farmacia-senzaricetta.it/ può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.