OCCHIO AL PIATTO! Un viaggio illustrato nella Dieta Mediterranea

48,00 40,80

Formato 21×30 di pagine XII-156

Mi Piace

Disponibile

PREFAZIONE Appunti di un viaggio “La vita, a qualsiasi forma appartenga, ha bisogno di nutrimento: solo l’uomo ha saputo fare dell’alimentazione, da solo bisogno fisiologico, un’arte che caratterizza i diversi popoli e razze, espressione della cultura, delle tradizioni e dell’ambiente in cui la vita scorre”. Felice D’Onofrio Professore Emerito di Medicina Interna della SUN, Maestro e Mentore Dario Giugliano è Professore Ordinario di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo, Coordinatore del Dottorato di Ricerca di Medicina Traslazionale, presso la Seconda Università degli Studi di Napoli. Per i suoi meriti scientifici e letterari gli è stato conferito il grado di Commendatore di Merito dell’Ordine Cavalleresco di San Giorgio d’Antiochia e delle Crociate. Katherine Esposito è Professore Ordinario di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo presso la Seconda Università degli Studi di Napoli. Con il decreto Presidenziale n° 4 dell’8 gennaio 2015, a firma del Governatore della Regione Campania, alla professoressa Katherine Esposito, quale esperta mondiale di Dieta Mediterranea, è stato affidato il compito di coordinare il comitato scientifico dei documenti e dei contenuti relativi al tema della “Dieta Mediterranea” ed inerenti alla partecipazione della Regione Campania all’Expo 2015. A presentazioni finite, per ritrovare l’armonia tra l’uomo ed il suo ambiente mediterraneo, riscopriamo il piacere di stare a tavola con gli Antichi. I quali erano uomini e donne, mossi da sentimenti, non solo produttori di ceramiche ed utensili, scultori e decoratori, costruttori di capanne e di monumenti e di città, e poi morti e sepolti con i loro corredi per la gioia degli archeologi. “Il nostro mare ed il pane nostro si cercano e si perdono l’un l’altro. Il cibo, in primo luogo il pane, diventa uno slogan essenziale: lo ritroviamo nella preghiera e nella rivendicazione”. Illuminante. Questa la definizione per definire il nostro incontro con Gary Taubes, il cui articolo apparso sulla rivista Science (30 Marzo 2001) ci è servito da solco per delimitare i margini di una ferita lunga 50 anni e centinaia di milioni di dollari al vento. Tanto ci è voluto per sfatare un mito che ha tenuto banco in America per così lunghi anni: la dieta a basso tenore di grassi non fa vivere più a lungo. Ancel Keys è stato uno degli artefici, suo malgrado, di questa guerra al grasso, mettendo al bando i grassi saturi come una causa principale della malattia coronarica (così lo ricorda la giornalista nel suo elogio funebre del 2004). Paradossalmente la Dieta Mediterranea, che vede in Ancel Keys il suo padre fondatore, non è una dieta a basso tenore di grassi, la si potrebbe ragionevolmente considerare una dieta a contenuto medio-alto di grassi salutari, come l’olio d’oliva. La confusione, si sa, è dura a morire, specialmente in campo nutrizionale dove diversi interessi, non solo medici, entrano in gioco. Più grandi sono gli interessi, maggiore sarà la confusione. Ringraziamo tutti quelli che hanno voluto mettere la faccia ed il loro pensiero sulla Dieta Mediterranea; abbiamo cercato e fortunatamente trovato molte facce di persone che, direttamente o indirettamente, sono stati protagonisti del movimento culturale, a volte ideologico, a supporto della Dieta Mediterranea nel nostro paese, e nel mondo. Il vecchio policlinico di Napoli, quello di Ancel, quello in cui lavoriamo ogni giorno, continua ad esistere. Meno male! Dalla finestra ammiriamo ogni mattina Napoli, il golfo, il porto, le navi, il Vesuvio, Capri, Sorrento e il centro antico.


INDICE

Prefazione
Il viaggio
– 1951 Ancel Keys in Italia
– 1952 Ancel a Napoli
– 1953 La dieta cretese
– 1954 In una sala di 800 posti, erano stipate 1200 persone
– 1955 Ancel e Margaret in giro per il mondo
– 1956-1957 In America si mangia molto
– 1958 Lo studio dei Sette Paesi
– 1959 Mangia bene e stai bene
– 1960-1962 Mister Colesterolo a Pioppi
– 1963 Ancora Cilento
– 1964-1966 La margarina era sconosciuta in Italia
– 1967-1969 Pioppi, l’ombelico del mondo
– 1970-2000 The fat war (La guerra al grasso)
– 1970-1972 La piramide alimentare e il cibo spazzatura
– 1973 Un bando per combattere gli attacchi di cuore
– 1974-1975 La prima volta della “Dieta Mediterranea”
– 1976-1977 Il rapporto McGovern
– 1978-1979 La dieta “low fat” resiste
– 1980 Le prime raccomandazioni dietetiche americane
– 1981-1984 Mangia meno grassi, vivrai più a lungo: non è vero, ma ci credo!
– 1985-1988 Il colesterolo vince il Nobel
– 1989-1990 Quando avere il colesterolo basso era male
– 1991-1992 Dottore, quanto tempo vivrò più a lungo?
– 1993 Ci penseranno le donne
– 1994 Arrivano le statine
– 1995 La scienza acclama la Dieta Mediterranea
– 1996-1999 I Francesi ci sanno fare con la margarina
– 2000-2010 La Dieta Mediterranea prende il volo
– 2000 Clinton benedice la nutrizione del terzo millennio
– 2001 La Dieta Mediterranea a lezione di storia
– 2002 Anche il singolo pasto è importante
– 2003 Il primo incontro di Katherine con la Dieta Mediterranea
– 2004 Muore Ancel Keys: che tristezza!
– 2005 Un buon anno alimentare a tutti voi, Americani!
– 2006 La Dieta Mediterranea fa bene alla sessualità maschile
– 2007 … e anche alla sessualità femminile
– 2008 La Dieta Mediterranea, elisir di lunga vita
– 2009 La Dieta Mediterranea entra nel mondo del diabete
– 2010 L’UNESCO riconosce la Dieta Mediterranea come patrimonio dell’umanità
– 2011 L’America senza soldati: il pericolo si nasconde nello zucchero
– 2012 Il peso delle malattie sul mondo
– 2013 È certo: la Dieta Mediterranea riduce l’infarto del miocardio
– 2014 Il Piatto Mediterraneo: buon appetito
– 2015 Nutrire il pianeta, energia per la vita

La parola alla scienza
Geometrie alimentari
Le origini della Dieta Mediterranea
– Il grano
– Il vino
– Ville romane
– Il vino del Vesuvio
– Olio di oliva

La Dieta Mediterranea vista da…
– Vito Amendolara
– Gigi Di Fiore
– Alfonso Iaccarino
– José López-Miranda
– Miguel Angel Martínez-González
– Gennaro Masiello
– Demosthenes Panagiotakos
– Giuseppe Paolisso
– Antonello Perillo
– Luciano Pignataro
– Antonia Trichopoulou

Autori

Editore

Anno

Lingua


Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione https://farmacia-senzaricetta.it/ può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.