REUMATOLOGIA – III EDIZIONE

49,00 44,00

REUMATOLOGIA per Studenti e Medici di Medicina Generale. III Edizione – UNIREUMA
Formato 18×25,5 pagine XXXII-516 con 135 figure a colori e b/n e 105 tabelle

 Sfoglia il libro

Disponibile

Prefazione
UNIREUMA è un’associazione che riunisce tutti i docenti di Reumatologia delle Università Italiane e che da circa 10 anni promuove iniziative, nell’ambito della pedagogia medica, dedicate precipuamente all’insegnamento ed alla formazione in Reumatologia.
Questo libro, che è ormai alla terza edizione e a cui hanno contribuito tutte le Scuole di Reumatologia delle Università Italiane, è il portato dalle scelte metodologiche, delle proposte classificative e delle raccomandazioni/linee guida della Comunità Scientifica Internazionale di cui i reumatologi italiani sono parte.
In particolare per la classificazione delle malattie reumatiche UNIREUMA, congiuntamente con la Società Italiana di Reumatologia (SIR), sta completando una revisione che verrà riportata nella ristampa di questo libro, ma di cui già tiene conto questa edizione.
Sono stati infatti inseriti capitoli completamente nuovi, come quelli dedicati alle malattie autoinfiammatorie ed alla malattia IgG4 correlata; è stato inserito un nuovo capitolo che tratta dei principi generali di terapia delle malattie reumatologiche; è stato infine aggiunto un ampio capitolo su malattie reumatiche e gravidanza.
Quest’ultimo capitolo è di particolare importanza ed utilità perché tratta argomenti in larga misura innovativi e che comunque non trovavano spazio nei libri di Reumatologia né sono comunemente oggetto di trattazione nel corso di lezioni.
Molti aspetti delle malattie reumatiche hanno registrato profonde revisioni negli ultimi 15 anni ed a questo hanno contribuito nuove acquisizioni delle conoscenze immunologiche riguardo al ruolo di particolari sottopopolazioni di linfociti quali i Treg ed i Th17. Così come si sono ulteriormente sviluppate le conoscenze dei mediatori solubili (citochine) e dei loro recettori, del ruolo patogeno dell’immunità innata, nonché dei meccanismi di trasmissione dei segnali coinvolti nella risposta immune.
Per ognuno di questi aspetti è stato possibile sviluppare nuove terapie “mirate” che hanno grandemente modificato la prognosi e la possibilità di cura delle principali malattie reumatologiche.
Si sono inoltre molto sviluppate nuove conoscenze sull’infiammazione e sui fattori che la inducono e la regolano. Basti pensare a questo proposito alle scoperte che riguardano il ruolo degli adipociti nell’infiammazione, o quello di agenti microbici quali porphyromonas gingivalis nell’Artrite Reumatoide, o infine il ruolo del fumo di sigaretta nelle artriti infiammatorie.
Un’ultima considerazione merita il fatto che la trattazione delle malattie reumatologiche non in tutti i corsi di laurea trova lo spazio, in termini di ore di lezione, per una trattazione completa e sistematica di tutte le oltre 150 malattie.
Gli studenti troveranno in questo libro la trattazione di tutti gli argomenti di interesse, vuoi per il peso epidemiologico, vuoi per il loro valore scientifico, vuoi infine per gli aspetti terapeutici innovativi.

Guido Valesini


INDICE

PARTE I

1. Malattie reumatiche. Inquadramento
2. Classificazione delle malattie reumatiche
3. Apparato locomotore: struttura e funzioni
4. Epidemiologia
5. Meccanismi patogenetici delle malattie reumatiche
5.1 La neuroimmunoendocrinologia delle malattie reumatiche
5.2 Il processo infiammatorio
5.3 Le immunoreazioni patogene
5.4 Meccanismi di danno tissutale
6. Semeiotica fisica e strumentale
6.1 Sintomi, segni e misure
6.2 Analisi del liquido sinoviale
6.3 Imaging in Reumatologia
6.4 Laboratorio in Reumatologia

PARTE II

7. Spondiloartriti, artriti da agenti infettivi, malattie autoinfiammatorie monogeniche
7.1 Spondiloartriti
7.2 Spondilite anchilosante
7.3 Artrite psoriasica
7.4 Artriti reattive: generalità
7.5 Artriti reattive: quadro clinico
7.6 Spondiloartriti enteropatiche
7.7 Artriti post-faringitiche: reumatismo articolare acuto
7.8 Artriti da agenti infettivi
7.9 Malattie autoinfiammatorie monogeniche
7.10 Eritema nodoso

PARTE III

8. Artrite reumatoide e artrite idiopatica giovanile
8.1 Artrite reumatoide
8.2 Artrite idiopatica giovanile

PARTE IV

9. Le connettiviti
9.1 Generalità
9.2 Il lupus eritematoso sistemico (LES)
9.3 La sindrome da anticorpi anti-fosfolipidi
9.4 Sclerosi sistemica
9.5 Polimiosite-Dermatomiosite
9.6 La sindrome di Sjögren
9.7 La connettivite mista (MCTD)
9.8 Malattia IgG4-correlata

PARTE V

10. Vasculiti
10.2 Vasculiti ANCA associate
10.3 Arterite gigantocellulare
10.4 Vasculiti dei piccoli vasi
10.5 La malattia di Behçet

PARTE VI

11. Artropatie da cristalli, artrosi
11.1 Generalità. Artropatia da cristalli
11.2 La gotta
11.3 Malattia da deposizione di cristalli di calcio pirofosfato
11.4 Malattia da deposito di cristalli di idrossiapatite
11.5 L’artrosi
11.6 DISH o malattia di Forestier

PARTE VII

12. Reumatismi extra-articolari
12.1 Generalità
12.2 Polimialgia reumatica
12.3 Fibromialgia
12.4 Reumatismi extra-articolari localizzati
12.5 Sindrome del tunnel carpale
13. Principali malattie dell’osso
13.1 Osteoporosi
13.2 Morbo di Paget
13.3 Le osteomalacie
13.4 La sindrome dolorosa regionale complessa (SDRC)
14. Malattie ereditarie del tessuto connettivo
15. Malattie reumatiche e gravidanza
16. Principi generali di terapia delle malattie reumatiche

Risposte ai test di autovalutazione
Indice analitico

Autore/i

Editore

Anno

Lingua

Copia saggio Docenti

“La concessione di saggi da parte della Casa Editrice, essendo come ben potrete capire un onere aziendale non indifferente, può essere concessa unicamente nel caso di titolarità di cattedra o corso di insegnamento pertinente; per tale ragione la concessione richiede la completa risposta ai quesiti elencati sul modulo.”

Nome Cognome (*)

Email (*)

Telefono (*)

Ruolo (*)

Nome Università/istituto (*)

Dipartimento (*)

Indirizzo Dipartimento (*)

Data inizio Corso (*)

Data fine Corso (*)

Numero studenti (*)

Insegnamento (*)

Indirizzo Spedizione (*)

CAP (*)

Città (*)

Oggetto
* i campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

Messaggio

Dichiaro di aver letto l'informativa Privacy e acconsento al trattamento dei dati personali
Informativa resa ai sensi dell'art. 13 del regolamento 679/2016

.


Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione https://farmacia-senzaricetta.it/ può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.