Cute e Oncoterapia

29,00 25,00

Formato 18×25,5 pagine X-150 con 120 figure a colori e 40 tabelle

 Sfoglia il libro

Disponibile

IL CORPO RITROVATO:
… nel Settembre 2010 Pucci (Maria Concetta) Romano e Gabriella Fabbrocini, Presidente e Vicepresidente, fondano il Board scientifico “IL CORPO RITROVATO”, Associazione no- profit dedicata allo studio e accudimento del paziente oncologico da un punto di vista dermatologico. Si associano ben presto al progetto Norma Cameli, Segretario, e prendono vita una serie di ambulatori dedicati a questa nuova Dermatologia su tutto il tessuto nazionale.
Il Board, rapidamente, si arricchisce di un fitto e prestigioso comitato scientifico e, con la nascita di una App dedicata, Ivana Romano ne diventa responsabile e curatrice.
Parallelamente alla gestione ambulatoriale nasce un’intensa attività scientifica con pubblicazioni, congressi, scambi con eccellenze estere, coinvolgimenti di personalità e società scientifiche straniere che curano le stesse tematiche.
Quando è servito concepire un logo, abbiamo affidato all’Art Director Stefano De Filippi il compito di trovare un’immagine che  rappresentasse immediatamente il senso de “IL CORPO RITROVATO”. E la stessa immagine viene riproposta nella copertina di questo libro.


PREFAZIONE
Questo lavoro editoriale nasce dalla volontà di trasformare in dati, immagini e informazioni un’esperienza lavorativa ormai quasi decennale nell’ambito della gestione delle Tossicità Cutanee da terapie oncologiche, con l’intento di offrire ai Dermatologi uno strumento utile alla gestione di tali patologie. Il cancro è vissuto dal paziente come una minaccia all’integrità della propria immagine e come perdita di padronanza del corpo. All’alterazione della propria fisicità, indotta già solo dalla malattia, si aggiungono gli eventi avversi causati dalle terapie oncologiche.
Con la nascita del Board Scientifico (Settembre 2010) IL CORPO RITROVATO, il cui logo appare in copertina, si sono sviluppati ambulatori dedicati a questa nuova Dermatologia, definita Supportive Oncodermatology, descritta da M. E. Lacouture come disciplina dedicata alla salute dermatologica dei pazienti affetti da cancro, sottoposti ad oncoterapia, e dei pazienti sopravvissuti ad esso [1].
Il Dermatologo è sempre più chiamato ad affrontare nuove sfide provenienti dai quadri clinici associati alla somministrazione delle nuove terapie oncologiche, come i farmaci a bersaglio molecolare e l’immunoterapia, oltre a gestire le tossicità cutanee, già note e documentate,
dei chemioterapici classici e della radioterapia.
Le tossicità cutanee compaiono, in genere, poco dopo l’avvio del trattamento e possono divenire così importanti da alterare il normale adempimento delle attività quotidiane. La gravità e l’estensione possono essere talmente rilevanti da richiedere la riduzione del dosaggio o la discontinuazione della terapia oncologica, con influenza negativa sulla prognosi.
L’impegno che abbiamo dedicato a queste problematiche ci ha consentito di arricchirci scientificamente, di confrontarci con realtà simili di eccellenza estera, di contribuire alla nascita di nuove linee guida terapeutiche e a produrre numeri considerevoli per approfondimenti
statistici.
Ma soprattutto, ci ha consentito di migliorare la qualità della vita dei pazienti.
E a loro vanno i nostri ringraziamenti e la promessa di fare sempre meglio.
Le Autrici
www.ilcorporitrovato.org


INDICE GENERALE
Prefazione
– CTCAE
Alopecia
Eritema tossico da chemioterapia (TEC)
Mucositi
Eritrodisestesia palmo-plantare (EPP)
Iperpigmentazioni
Alterazioni ungueali
Reazioni da stravaso
– Terapia ormonale
Rash papulo-pustoloso
Xerosi
Prurito
Paronichia
Mucositi
Eritema facciale
Alterazioni a carico dei capelli e dei peli
Turbe della pigmentazione
– Inibitori Multichinasi
– Inibitori mTOR
– Inibitori di BRAF
– Inibitori di MEK
– Inibitori del checkpoint immunitario
– Inibitori del Pathway hedgehog
Alk-Inhibitor
Parp-Inhibitors
– Radioterapia e tossicità cutanea Radioterapia e cute
Radiodermite acuta
Mucositi e Radioterapia
Radioterapia, chemioterapia e target therapy
Radioterapia ed eventi cutanei avversi tardivi
Radiation recall
Conclusioni
Bibliografia

Autore/i

Editore

Anno

Lingua


Tutto ciò che ha a che fare con la disfunzione erettile è considerato un mito sociale di cui la maggior parte delle persone non vogliono parlare. Preferirebbero trovare uno stretto confidente per rivelare il loro stato con la speranza di trovare soluzioni istantanee e mantenere il segreto. Quello che non riescono a capire e ' che ED non ha niente a che fare con le loro decisioni personali. Infatti, questa condizione https://farmacia-senzaricetta.it/ può interferire con la vostra autostima se non è correttamente affrontato in modo da evitare di esplorare la vostra abilità sessuale. Fortunatamente, questa situazione può essere invertito grazie a diverse invenzioni scientifiche, tra cui la chirurgia o farmaci. Anche se la chirurgia è rimedio a lungo termine, la maggior parte delle persone preferirebbe andare per Cialis pillole orali in quanto sono ugualmente efficaci e convenienti.